info@portoseguroeditore.it

Una vita negata

Autore: Andrea Lacoppola

Copertina flessibile

ISBN 9791254927014

Pag. 127

13,30

Descrizione

 La figura di Marilyn Monroe è da sempre ampiamente discussa e trasfigurata. In questo romanzo, grazie al lavoro di immedesimazione dell’autore, avremo la possibilità di conoscere Marilyn da un nuovo punto di vista: il suo. Nessuno si è mai veramente interessato a ciò che le stava succedendo durante i periodi più oscuri della sua vita, questo romanzo vuole manifestare i sentimenti più struggenti che hanno caratterizzato un personaggio iconico del novecento. Marilyn  era una donna intellettuale, una poetessa, un’attivista che ha lottato per le donne. Tramite un gioco di scambi epistolari tra lei e altri personaggi come Ella Fitzgerald, Jayne Mansfield e Rodolfo Valentino conosceremo una donna tormentata, oppressa, sofferente ma allo stesso tempo combattiva e speranzosa di poter finalmente mostrare al mondo la vera Norma Jeane. Una donna capace di sfidare apertamente l’industria cinematografica degli anni ’50 che la voleva cristallizzata nel ruolo di donna oggetto. Un romanzo che vuole guidare il lettore in un viaggio attraverso la sfera dei sentimenti e delle emozioni e che vuole accantonare il gossip e la finzione che da sempre attorniano la sua figura, per darne una nuova immagine sotto una luce completamente diversa. 

4 recensioni per Una vita negata

  1. Fabio

    Complimenti, un vero tributo a Marilyn, finalmente un libro che ne descrive esattamente la sensibilità fuori dal comune di una delle prime paladine dei diritti umani ed in particolare delle donne. Un libro che tutti i Fan di Marilyn dovrebbero leggere.

  2. Vittoriano

    Un libro molto scorrevole che mi ha dato l’opportunità di conoscere Marilyn e di vederla sotto una luce diversa. Non solo come una delle più belle donne di sempre.

  3. Monica

    Bellissima idea di scrivere il libro in prima persona. Scorrevole ed illuminante non immaginavo avesse sofferto tanto Marilyn. Sarebbe stata davvero contenta del libro.

  4. Sara Zermiani

    Un libro che lascia il segno. È impressionante quanto l’autore sia stato preciso e accurato, pur mantenendo sempre una notevole delicatezza e sensibilità, nella descrizione di emozioni tanto forti e toccanti e di argomenti delicati come l’aborto, i disturbi alimentari, il ruolo della donna in una società maschilista…non solo perché il libro è stato da lui scritto in prima persona immedesimandosi in una donna, ma soprattutto perché è ambientato in un’altra epoca dove certi temi erano ancora più un tabù rispetto ad oggi che per fortuna stanno iniziando ad essere maggiormente affrontati. Ammirevole la motivazione che sta dietro la scrittura di questo libro, sono sicura che Norma sarebbe fiera e onorata del fatto che un autore così giovane sia riuscito a dare voce al suo mondo interiore che alla fine è il suo lato più umano, quello che sta dietro l’immagine sbagliata di sex symbol che hanno sempre fatto di Marilyn innumerevoli libri, film e documentari. Attraverso le parole dell’autore, dalle quali traspare perfettamente l’amore e la “venerazione” che nutre nei confronti dell’attrice statunitense, riesce a far affezionare chi legge al personaggio perché scoprendo tutto questo suo lato più fragile (che alla fine è il lato umano che ci accomuna tutti) ci si sente meno soli, ma soprattutto vengono smentite tutte quelle false illusioni purtroppo enormemente diffuse sulle persone famose delle quali si pensa abbiano una vita perfetta, tutta rose e fiori, sempre felice… e invece ci si rende conto che sono esseri umani anche loro, proprio come noi, e in quanto tali soffrono, hanno le loro paure, i loro traumi, esattamente come le persone comuni. Un libro assolutamente da leggere per chi vuole conoscere la vera Norma Jeane, senza filtri e senza maschere, in tutta la sua umanità e sensibilità.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca

Categorie

Prodotti correlati