info@portoseguroeditore.it

Counseling. Un libro bianco, anzi giallo

Autore: Domenico Treccozzi

Copertina flessibile

ISBN 9791256160716

Pag. 310

17,10

Descrizione

Un testo insolito in quanto non ripropone le consuete tematizzazioni sul counseling, ma punta ad una problematizzazione della stessa formazione didattica, della pratica della professione d’aiuto e del cosiddetto principio di colleganza, in virtù del fatto che se il contratto, le direttrici teoriche e il codice etico e deontologico in quanto postulati di base non sono ottemperati congruentemente, non può allora esservi legittimità del counseling. In questo senso il libro esprime un dissenso rispetto all’ordinario modo di intendere quella cattiva legge della consuetudine che sembra aver sostituito il rispetto della normazione. Così, oltre al costante dialogo con i testi degli autori che sono interpellati in quanto modelli di riferimento, la lettura dei postulati di base punta a dipanare il mercato delle opinioni aleatorie in cui non sembra esservi un orientamento certo. 

 

Domenico Treccozzi è consulente relazionale ad indirizzo pluralistico integrato con una formazione specialistica in counseling per le organizzazioni. Nel 2011 ha pubblicato il suo primo libro di critica letteraria a sfondo psicologico dal titolo Amélie Nothomb o il corpo espiatorio. Attualmente vive ed opera a Roma come consulente relazionale. 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Counseling. Un libro bianco, anzi giallo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca

Categorie

Prodotti correlati