In offerta!

Voglio correre più veloce della meningite

12,90 10,50

Autore: Andrea Lanfri, Giulia Puviani

ISBN: 978-88-32021-21-9
Copertina flessibile
Pag. 156

Categorie: , , ISBN: 9788832021219

Descrizione

Non siamo nessuno. Pensiamo di esserlo ma non lo siamo. I successi sul lavoro, le conquiste sociali, i soldi, le microvittorie relazionali, i trionfi inattesi, le belle case confortevoli, pure le nostre famiglie, così rassicuranti e così sconosciute ci fanno sentire vincenti, quasi immortali, ci fanno sentire qualcuno. Ma tutto questo non conta niente, assolutamente niente. Ce ne accorgiamo solamente quando alziamo la testa dai nostri piccoli grandi affari personali. Se alziamo la testa vediamo lui: Andrea Lanfri. Andrea Lanfri è qualcuno. Forse semplicemente un uomo. Basta guardarlo e ascoltarlo. Lo senti, lui ha vinto. Ha vinto perché è pieno di sogni, anche se qualcuno ha cercato di strappargli via pezzi di vita. Ma la vita è strana, si nasconde e ti accorgi che esiste quando capisci che può scivolarti via. L’unica cosa che possiamo fare è afferrarla con tutte le nostre forze per non lasciarcela scappare. La storia di Andrea è raccontata in modo semplice, quasi ingenuo, a volte apparentemente elementare nelle verità essenziali che ci svela pagina dopo pagina. Ma la storia di Andrea, in fondo, è semplicemente la vita… contro la morte.

Andrea Lanfri nasce il 26.11.1986 a S. Andrea di Compito, frazione di Lucca, dove vive tuttora.
Nel 2015, a 29 anni, contrae la meningite con sepsi meningococcica. Dopo un mese di coma perde entrambe le gambe e sette dita delle mani. Nel giro di un anno torna coraggiosamente alla sua vita di prima, avvicinandosi all’atletica Paralimipica. È il primo atleta uomo italiano con doppia amputazione agli arti inferiori a scendere sotto i 12 secondi nei 100 metri piani. Ha conquistato due medaglie di bronzo insieme a un argento agli Europei, e un argento ai Mondiali 2017. 

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 21.5 × 14 × 1.3 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Voglio correre più veloce della meningite”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *