In offerta!

Non è cambiato niente

(7 recensioni dei clienti)

19,90 17,50

Autore: Sonia Milan

ISBN: 9788855460491
Copertina flessibile;
Pag: 508

Categorie: , , Tag: ISBN: 9788855460491

Descrizione

NicoTina, rapper di mezza età in crisi artistica, approda sull’isola di Ventotene in tardo autunno, alla ricerca di solitudine e di nuove fonti di ispirazione. Nel luogo in cui nacque il Manifesto per l’Europa, in cui tutto ancora parla di Pertini e dei confinati anti-fascisti, svetta all’orizzonte la sagoma del vecchio carcere borbonico di Santo Stefano, conosciuto a suo tempo come La Tomba dei Vivi. Proprio nel fatiscente cimitero dei detenuti, sotto la croce dell’anarchico Bresci, sua figlia riporterà alla luce una misteriosa cassetta sepolta.
In un panorama politico perfettamente in linea con l’attualità, dove la caccia al voto si svolge sui social, tra selfie, invettive e sensazionalismi sterili, le redini invisibili del potere restano comunque in mano alle organizzazioni malavitose, i cui tentacoli arriveranno fino a Ventotene, e di lì a Napoli, nel tentativo di recuperare il vecchio memoriale, che potrebbe compromettere l’immagine pubblica  del loro candidato Premier.
Non è cambiato niente è uno dei pochi romanzi che riesce a trasmettere la realtà attuale attraverso l’immaginazione e la fantasia. 

Sonia Milan è nata a Roma nel 1969. Ha pubblicato nel 2011 Manuale Specifico per Collane Uniche, edito dalla Montecovello Edizioni e Rosa Tea, romanzo attualmente in commercio, edito da Bibliotheka Edizioni. 

7 recensioni per Non è cambiato niente

  1. Myria

    Una storia di oggi con flashback che riportano ai tristi giorni in cui il carcere di Ventotene ospitava gli oppositori del fascismo. La politica di ieri e di oggi con le sue lotte di potere la fanno da padrona, il ritmo incalzante fa pensare ad una eventuale trasposizione sullo schermo della storia. A sorpresa, per chi ha letto il primo libro di Sonia Milan – Rosa Tea – si incontrano riferimenti al romanzo precedente. Le donne sono le protagoniste positive del romanzo, unitamente alla coppia di giovani “investigatori”. Interessante l’idea dei testi delle canzoni che hanno un’importanza non marginale ed aprono diversi capitoli. Il finale non lo riveliamo … anche se il titolo lascia pochi margini alle sorprese! Ecco, il titolo resta forse l’unica pecca di questo gradevolissimo libro.

  2. Ric

    Romanzo che alterna motivi e toni leggeri ad altri più seri e incalzanti. Ne risulta un ritmo serrato, intervallato dalle poesie/testo delle canzoni del protagonista, che sono parte integrante della storia. L’inserimento della vicenda Tea rende ancora più interessante la trama, come fosse la continuazione del precedente romanzo, Rosa Tea. Emergono le figure di Dalia e Stefania in primo piano, con i loro caratteri decisi ma anche dolci e comprensivi. Ben caratterizzata anche la figura dello scaltro avvocato di Napoli. Ancora una volta le protagoniste sono le donne, gli altri personaggi fanno da sfondo. L’ambientazione a Ventotene è ben realizzata e sembra di sentire gli odori dell’isola e il profumo del mare, oltre a vedere quasi fisicamente i colori ed il paesaggio delle due isole. Il finale lascia il lettore con un senso di pace per le storie d’amore a lieto fine da una parte, e di insoddisfazione dall’altra per l’amara conclusione della vicenda Odoacre, come lascia ben intendere il titolo.

  3. Eva Passerini

    La lettura di questo libro scorre fluida. Il giallo storico che si svolge all’interno della vicenda è supportato da un’attenta ricerca storica ed è un interessante spunto di approfondimento. Molto piacevole anche il fatto che la narrazione sia contemporanea e attuale e con la giusta suspence! Sarebbe un ottimo soggetto per un film o una serie televisiva…lo consiglio vivamente!!!

  4. Morgan

    Avvincente storia che si snoda tra passato e presente e che, nel suo svilupparsi, getta uno sguardo ironico e talvolta impietoso verso il modo attuale di fare politica, tra fake-news, finti scoop e vantaggi elettorali immediati, in aperto contrasto con la nobile idea della politica proposta da Altiero Spinelli, quasi ottanta anni fa, proprio nell’Isola di Ventotene, il luogo dove comincia questo bel romanzo.
    Da consigliare come lettura didattica per gli studenti delle scuole superiori.
    In ogni caso un romanzo per tutti, da non perdere.

  5. Leandro

    Un bel romanzo che, con scrittura fluida, alterna momenti carichi di suspance a pacate analisi dell’animo umano.
    Bella la descrizione dei personaggi che nella fantasia del lettore diventano quasi tridimensionali, come fossero ologrammi.
    Rimanendo fedele allo stile del romanzo precedente (Rosa Tea, anche questo molto bello), la scrittrice instilla nel lettore la voglia di approfondire certi temi e visitare i luoghi descritti con una penna che diventa pennello.
    Insomma, da leggere, da contemplare e da respirare.

  6. Pedro

    Avvincente e scorrevole, con belle descrizioni dell’isola di Ventotene e della prigione abbandonata.

  7. Claudio

    Storia dal sapore radical chic ma con quel giusto tocco sarcastico posto a sdrammatizzare e a rendere quasi una ‘macchietta’ i personaggi politici, quelli malavitosi e tanti modi di fare e di dire dei nostri tempi. E’ una lettura scorrevole adatta a tutti.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *