In offerta!

L’anno che verrà

(9 recensioni dei clienti)

12,90 10,50

Autore: Gerardo Torlino

IBSN: 9788855461931
Copertina flessibile;
Pag. 110

COD: 9788855461931 Categorie: , , Tag:

Descrizione

L’anno che verrà è il racconto di una storia d’amore rimasta sospesa nel tempo. June, malata terminale, si risveglia dall’ibernazione dopo più di sessant’anni. Il marito Robert, che la ama follemente, le scrive una lettera all’anno, attendendo il suo ritorno. L’inesorabile scorrere del tempo e le appassionanti vite dei personaggi tengono il lettore come sospeso in un universo parallelo, fatto di amore, dolore, rinascita e vittorie. Un delicato e romantico romanzo che riesce a trasmettere il significato profondo dell’attesa che prescinde il tempo e trascende anche il destino, da leggere tutto d’un fiato. 

Gerardo Torlino, classe 1961, è un avvocato amante della lettura, della musica, del teatro e del cinema. Da qualche anno, complice un ritmo di vita più rilassato, si è dedicato alla scrittura, ottenendo in breve tempo ottimi risultati. L’anno che verrà, sua prima opera edita, si è infatti classificato terzo al Concorso Mondiale Aster Golden Book del 2019. 

9 recensioni per L’anno che verrà

  1. Claudia

    Uno splendido racconto sul tempo e il suo scorrere inesorabile. La storia è scorrevole e dà molti spunti di riflessione, consigliato!

  2. Rosanna

    Cos’ è più importante l’attesa o il risultato? E l’attesa può essere già un risultato in sé? Sotto l’apparenza di una storia d’amore ci sono una tensione ideale e domande filosofiche non banali, senza nulla togliere all’intensità dei sentimenti dei protagonisti. Una storia intensa e struggente, personaggi complessi, delicatezza e pudore nella narrazione. Consigliato!!

  3. Valeria

    Bellissimo .accompagna il lettore alla scoperta di un amore che rompe gli schemi e diventa il contrario di quello a cui siamo abituati .non il possesso e l’egoismo, bensì la grandiosità della vera generosità che travalica i propri bisogni e si piega alla ricerca del bene altrui.non solo una storia d’amore sublime ma una delicata riflessione sul tempo che passando non distrugge ma fortifica e mette a nudo la verità di sé stessi se siamo disponibili a farla emergere fuori dagli schemi senza timore del giudizio altrui.un romanzo che tocca temi importanti con delicatezza anche quando fanno paura come la malattia la vecchiaia e la morte soprattutto la solitudine e regala momenti di grande commozione.consigliatissimo

  4. Valeria

    Bellissimo.il.romanzi tratta con delicatezza temi che fanno.paura morte vecchiaia solitudine accompagna il.lettore alla scoperta di in amore sublime che rivela la verità e il coraggio della cura dell’altro superando i propri bisogni e senza timore del giudizio altrui.il tempo che passa non distrugge ma svela e fortifica il coraggio della verità sorretto da una fiducia incrollabile nel trionfo della vita al di là e al di sopra della malattia.regala momenti di grande commozione .consigliatissimo.letto d’un fiato.

  5. Massimiliano

    Piccola perla di romanzo. Un libro da leggere tutto d’un fiato. Per chi ama sognare in questi momenti di dura realtà…

  6. Monica (proprietario verificato)

    Un romanzo bellissimo, ricco di significato e di profondi spunti di riflessione. Consigliatissimo!

  7. Helen

    Un romanzo dalla trama singolare. Commovente e che porta a riflettere su tanti aspetti della vita.
    Una lettura leggera che spinge a finire il libro in un colpo solo.
    È il caso di dargli una chance!

  8. Giorgio

    Un libro sull’amore, sull’amore che trasforma il tempo, lo spoglia dei suoi connotati mortali, rivestendolo di speranza e vita.

  9. Francesca

    Un libro godibilissimo da leggere tutto d’un fiato… Scritto con mano sicura da un autore che riesce ad appassionare ed a tratti commuovere. Suggerisce una riflessione importante sul tema del tempo che passa e che può non trascorrere invano se il filo rosso che ci guida è il sentimento autentico. Emozionante!

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *